Da oggi anche qui!!

WORD PRESS è la piattaforma per BLOG per antonomasia. 

Di stile asciutto, con un software profondamente stabile, credo dopo aver girato la maggior parte delle piattaforme gratuite con cui si possano pubblicare blog, che sia senza dubbio la migliore. Inizialmente questi miei 'giri' li facevo in quanto cercavo un prodotto che potesse soddisfare le mie esigenze.
Non sapendo molto di codici, in quanto ai mei tempi ho studiato tutt'altro e non lavorando con il pc, all'inizio, l'uso di un blog per me era assai complicato, dopo un pò, se non il software e l'editor che usi non è fatto troppo male, però, è nè più ne meno come scrivere a macchina. Però ad un certo punto nascono, in chi lo usa delle esigenze che con la normale scrittura a macchina poco hanno a che vedere. 


Da oggi anche qui!!
  • Già l'uso dei link, una delle basi del web, può dare la possibilità a chi legge con un click di andare a vedere le fonti di quello che stà leggendo, guardare foto, filmati, partecipare a sondaggi, vedere i commenti e commentare a sua volta sono tutte opzioni che un normale lettore di giornali si sogna, anche se poi un giornale se ti cade e si rompe poco perdi, comunque: quando il blogger supera i primissimi scogli del linguaggio HTLM , che per chi non lo sapesse è quello usato nl 90% delle pagine Web di tutto il mondo; il blogger, dicevo inizia a cercare di fare cose nuove con il suo piccolo giornaletto in linea e di offrirne sempre di nuove ai propri lettori. 
  • E' questa specie di sfida con la tecnologia, ad esempio nel MIO caso, che porta un semplice raccontatore di storie o di vita quotidiana a cimentarsi in codici, design, statistiche, rilevazioni statistiche e quant'altro. cose che per me che facio l'operaio senza speranza di carriera sono sì divertenti nella vita dell'ipertesto ma praticamente inutili in quella reale. Uno dei maggiori motivi del successo di world press l'edizione .com che è quella commerciale ha circa un milione di utenti, mentre quella open source e percò gratuita ha nel 60% delle pagine del web i Suoi fruitori ( praticamente tutti). Il grande successo è dovuto, appunto al fatto che alla fine degli anni '80 inizio '90 professori del MIT si misero a tavolino e studiarono un metodo che potesse riuscire a coniugare quelli esistenti e portasse in sè quel sogno che ancora oggi non è del tutto realizzato di far comunicare persone di continenti diversi, di lingue diverse con pochi click della tastiera, in una forma semplice, gratuita e sicura. 
  • L'intento è riuscito al 90%, dico al novanta perchè MAI potrà arrivare al 100% in quanto è già difficile farsi capire da chi convive con te pensa con uno che sta ai tuoi antipodi. 
  • Ma appunto perchè è così difficile è anche tanto stimolante cercare di trovare nuove forme, nuovi tipi di aiuto, nuovi gadgets per abbellire il tuo blog, o traduttori per farlo capire, o, ancora plug-in per farlo usufruire meglio e a più persone possibili, poi, oggi che l'interattività è entrata prepotentemente in questo settore, cioè quello che comunemente viene chiamato WEB 2.0, è ancora più stimolante cercare di migliorarsi e di far migliorare chi ti legge; questo è il mio punto di vista, e se non fosse che chi sceglie WORD PRESS , non il commericle .com ha bisogno, oltre che di avere le basi di HTLM anche di un servizio di Hosting che possa pubblicare e questo significa sborsare almeno una venticinquina di euro l'anno. 
  • Non sarebbero topi ma per chi crede che almeno chi scrive abbia un minimo di diritto sulle proprie opere non è giusto pagare per far divertire chi legge ed arricchire chi ti ospita e usa metà del Tuo spazio per fare pubblicità. 
  • Purtroppo ecco che le possibilità allora si restringono sempre di più e che chi vuol scrivere nel web debba necessariamente conoscere o imparare a conoscere i linguaggi di programmazione altrimenti dovrà accontentarsi di lavorare per farci divertire gli altri e farci guadagnare chi magari ha la sola capacità di impostare una pagina web (cosa facile una volta capito il meccanismo.). 
  • Con questa lunghissima premessa si è capito come la penso al riguardo di blog e sue pubblicazione e che WORDPRESS.com è si bello comodo ecc., ma non è tuo cioè almeno fino che non affitti un URL (15 euro annui), non ti fai 'hostare ( altri 25 euro) e poi altri 20 per la sicurezza. 
  • Io insomma ho fatto i conti per me e ho visto che dovrei spendere 100 euro l'anno per poter far leggere e divertire qualcuno.... mah, io intanto ho aperto un account su iobloggo.it, la prossima settimana vi dirò com'è andata, in quanto con World Press.com bisogna pagare almeno i primi 20 euro, sennò ti ritrovi con pochi MB mensili da poter caricare, talmente pochi che se ogni giorno carichi una foto e scrivi un articolo di media lunghezza dopo una decina di giorni il Tuo account si ferma fino al mese successivo che riparte col conteggio. 

BlogMaster

Commenti