Come diventare un Blogger professionista

Come diventare un Blogger professionista
Professione Blogger
Come diventare Blogger: stavo leggendo un simpatico articolo di Traffick, scritto forse più per il caldo, che per altro, su come può diventare brutta la vita per un Blogger, e gli stavo per rispondere, quando mi sono reso conto, che invece di un normale commento, stavo facendo una 'guida' su come diventare un Blogger professionista, a questo punto, ho pensato bene di farci un'articolo...Innanzitutto, bisogna dire che per arrivare a diventare un
Innanzitutto, bisogna dire che per arrivare a diventare un Blogger per mestiere in Italia è più difficile che in America. 
Il numero di persone che legge la lingua italiana è sicuramente inferiore del numero di utenti di lingua inglese e questo già penalizza.
Ora come ora, per arrivare a questa professione, si possono percorrere varie strade, ma più il tempo passa e più la concorrenza si fa accanita, e tra pochissimo, non si ci potrà più 'innvetare' niente di nuovo per arrivare a fare questo mestiere, quindi, bisognerà fare dei 'passaggi obbligatori'.
Ecco allora una lista di fattori importanti
per sperare di poter fare il 'Blogger'. 
Per carità, non prendete questa come una 'verità rilevata', ma come una punto di vista, preso dall'esperienza in internet che proprio questo 'Blog-Diario Tecnico' documentano molto bene:


  1. La preparazione tecnica: se un adolescente volesse intraprendere questa carriera, mi sentirei di suggerirgli, finite le superiori, di iscriversi all'università, alla facoltà di ingegneria informatica.  Nella mia esperienza di Blogger, ho notato che i migliori che ho conosciuto provengono da questa disciplina. E' avendo queste conoscenze che si può fare il 'salto di qualità' e trasformare un bella idea in un sito/applicazione reale e monetizzare. Se uno studio approfondito della materia lo metterei come primo fondamentale fattore per poter intraprendere a testa alta la professione di blogger, l'altro fattore é
  2. la passione che deve essere di pari passo, alla preparazione tecnica, con cui ci si deve dedicare.  Ma la passione non viene dalla volontàChi vi ha detto questo è fuori strada. La passione viene dal bisognoIl bisogno può essere di vari tipi. Il primo è il bisogno di affermazione che tutti hanno, ma potrebbe essere un bisogno ancora più profondo, che però di sicuro il 'bloggare' non riuscirà a soddisfare, magari lo potrà fare per un periodo, ma non per sempre. Quindi siamo arrivati al numero
  3. Il talento, che fà parte di quei fattori 'esterni'; il talento di comunicatore si scopre al massimo entro i 18 anni, di solito viene fuori molto prima, ma può succedere che lo avete in Voi e nessuno vi ha aiutato a 'farlo uscire', ma sono casi rari. Poi c'è il 'fattore C', - o più educatamente chiamata -
  4. La fortuna, ma che dovrà essere aiutata almeno da un paio di altri 'fattori', altrimenti niente da fare, quindi non é indispensabile, ma é uno di quei fattori che può diventare determinante.

Se non si ha nessuno di questi 4 elementi, allora è bene lasciar perdere, e dedicarsi a qualcos'altro: evidentemente il Blogger di professione non fa per Noi...
Internet è uno dei pochi 'mercati' globali in continua espansione, e se l'università non è indispensabile, un'adeguata preparazione tecnica può aprire ancora tante porte di aziende grandi e piccole, molto più remunerative del 'Blogger professionista' e addirittura aiutare a fare il 'salto di qualità' , come dicevamo, cioè diventare 'qualcuno' magari riuscendo a mettere in pratica un'intuizione, un 'servizio indispensabile' in un determinato momento.
Una volta che si è sicuri di avere almeno 3 su 4 di questi fattori, si può pensare di intraprendere questa professione, in questo sito e in altri che potrete interrogare con il nuovo motore di ricerca (in alto a destra), c'è di tutto: da come iniziare come andare avanti, i consigli, il tipo di 'piattaforme da usare, come guadagnare con un Blog e tanti altri suggerimenti che possono seriamente 'spianare' una strada, che spesso si trova in salita.

Commenti

  1. Direi che serve anche una buona conoscenza della materia amrketing e comunicazione: bravi comunicatori si nasce ma lo si diventa anche, e con la concorrenza che c'è oggi e difficilissimo.
    Consiglio utile: se siete esperti di html ed affinini , ovvero i marfcatori per formattare pagine web, meglio avere una propria piattaforma/ domino a pagamento che una gratuita di MySpace, Blogger, ecc.

    RispondiElimina
  2. Affidiamoci alla fortuna...!

    RispondiElimina
  3. E' estremamente difficile diventare un blogger professionista in Italia, bisognerebbe trovare un campo in cui nessuno ha ancora guardato bene...

    RispondiElimina
  4. ho inserito il tuo link nel mio blog..dovevi semplicemente pazientare. Comunque Complimenti per il tuo blog!
    ciao
    www.amengineering.blogspot.com

    RispondiElimina
  5. Mi farebbe piacere inserire il tuo blog tra i miei amici, avrei così la possibilità linkandoti di accedere più rapidamente a leggerti. Buona serata da Tiziano :-))

    RispondiElimina
  6. We ciao ti ringrazio per il link. Riguardo ciò che hai detto ti quoto in pieno, comunque serve una certa professionalità nelle cose non si può creare un blog con lo scopo di guadagnare senza dei precisi criteri, delle competenze nel settore e prima di tutto devi sapere almeno 2-3 linguaggi di programmazione altrimenti non se ne fa nulla.

    Qui in Italia si sono fatte due cose, o pago per avere persone qualificate e o mi butto allo sbaraglio senza fare nulla e poi vado a piangere sperando che qualcuno mi aiuti, magari gratis (o con la patetica idea di revenue sharing).

    La chiamo patetica nonostante utilizzi tale principio perchè credo che anche in questo campo ci vuole comunque una certa competenza.

    PS: chiedo scusa se ti sono sembrato un po' rozzo ma ho scritto di fretta spero di non esser frainteso, un salutone.
    Raffaele

    RispondiElimina
  7. Naturalmente, come ho scritto questa non deve essere considerata come ' la 'The ultimate guide' o roba del genere, è solo una riflessione sul bagaglio 'culturale' che una persona dovrebbe avere se gli dovesse venire in mente la scellerata idea di fare il Blogger, nel caso non avesse nessuno di questi 'fattori' allora il consiglio palese e chiaro è: LASCIA PERDERE. Internet, secondo il mio parere, è strutturato in modo che se vuoi veramente concludere qualcosa dovresti aprire il Tuo blog in inglese. Io ne ho uno eppure ancora ho molto da fare ( per la cronaca non sono un professionista anche se la cosa devo dire mi 'stuzzia' molto.) Per ora da Noi fare il 'Blogger professionista' - per i più - è nteso come un 'secondo lavoro' che può aiutare chi è uno studente, una casaliga o un lavoratore part-time, ma per come sono strutturati i motori di ricerca oltre che ei siti in italiano dobbiamo 'guardaci' anche da quelli in Inglese, magari con traduzione automatica..... Ma gli Indiani li ha notati nessuno? Stanno dlagando alla grande. HO un mico Cinese: quando fra poco arriveranno Lro allora sì, saranno 'volatili per diabetici'....

    RispondiElimina
  8. Molto molto interessante grazie

    RispondiElimina
  9. Ovviamente per il primo periodo è importantissimo dedicarsi anche a tempo pieno al proprio blog e pianificare la propria attività. Oltre che a scrivere ottimi post bisogna scriverne tanti originali.

    RispondiElimina
  10. Ho scritto uno script per Blogger, per aprire tutti i link contenuti nei nuovi post in nuove finestre. Basta inserirlo in Impostazioni - Formattazione - Modello Post. Se interessa...http://enos.altervista.org/pub/scripts/blogger.txt . L'ideale è spezzarlo in due e inserire il tag "div" nel modello post e il tag "script" nel titolo del blog, ma anche inserendolo tutto nel modello post funziona lo stesso (l'unico svantaggio è che ogni post peserà 1 Kb in più). Saluti.

    RispondiElimina
  11. CommentatoreDiFiducia16/11/10 13:48

    Sinceramente parlando, per chi studia ingegneria informatica, sarebbe un po' riduttivo ridursi a scrivere blog dato che il layout in moltissimi casi e' creato direttamente dal cms.
    Piu' che altro per scrivere un buon blog serve qualcuno che sia in grado di scrivere correttamente e fluentemente ogni tipo di argomento.

    RispondiElimina
  12. la parola "fa" si scrive senza accento...

    RispondiElimina
  13. l'idea vincente è quella che porterà ai risultati sperati scrivere concretamente e con giustificato motivazione!

    RispondiElimina
  14. Si, Eurorisparmio, la motivazione è fondamentale, per sperare di fare questo lavoro, e la motivazione di 'far soldi' non è mai una motivazione vera, prima o poi o ti stufi o lo fai con superficialità.....

    RispondiElimina

Posta un commento

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.