6 febbraio 2014

IL COMPUTER DEL FUTURO

LG GD910 orologio-smartphoneChissà come sarà il computer del futuro?
Prima di Apple, quando ero un ragazzino ne ero certo: i computer, dopo il 2000, avrebbero avuto la forma di quelli che usavano gli attori di Spazio 1999, un telefilm di fantascienza prodotto dalla BBC in collaborazione con al RAI, che molti già conoscono.
Per i più giovani possiamo ricordare che i protagonisti erano in maggior parte scienziati ed astronauti che vivevano in colonie lunari; dei veri e propri villaggi costruiti sulla superficie lunare che servivano ai tecnici manutentori delle centrali atomiche a fusione che erano situate nella parte oscura della luna.
Per farla breve, tutti avevano una specie di grosso orologio che funzionava nè più nè meno come lo smartphone-orologio , l' LG GD919, presentato da LG ad agosto,in vendita a cica 1.000 euro ( a destra ).
La prossima sfida per il mercato mobile, sarà tra smartphone - che hanno però già un Loro mercato ben affermato - i 'midi', o tablet, questi orologi-smartphone, non scordando ovviamente i notebook.
A dire la verità, ancora, questo orologio-smartphone trova delle difficoltà ad arrivare alla potenza di un iPhone Gs - l' ultima generazione -, o alla ricercatezza di un Nokia n900 che può anche fare da computer per navigare e lavorare in internet - e su strada - ma già le tecnologie per farlo 'completo' ci sono, si tratta solo di miniaturizzare ancora un altro pò.
Con wi-fi, blue-tooth, vivavoce, software di riconoscimento vocale, si potrebbe usare come usavano i Loro strumenti nel telefilm di 40 anni fà, nè più nè meno, però...
Però con il tempo ci si è accorti che c'è un ostacolo insormontabile: il fisico dell'uomo: le mani hanno bisogno di 'un piano' dove poter lavorare, un piano che nonostante sia multitouch deve avere una certa grandezza, una sufficente visibilità e un'ottima resistenza, inoltre questo piano deve essere visibile, nel senso che se l'operatoe deve usarlo per fare delle operazioni complesse, per esempio di matematica, deve avere la possibilità di lavorarci senza stancarsi la vista dopo pochi minuti perchè troppo piccolo, ofermarsi per non provocare altri danni peggiori, come la perdita di parte della vista dopo qualche tempo che lo si usa.
Siamo arrivati a costruire strumenti che tra poco saranno limitati solo dlle capacità umane.
Ma ecco subito che si affacciano altre nuove possibilità sempre grazie alla tecnica: l'uso di organi umani tecnicamente modificati o del tutto sostituiti; più performanti degli originali... in pratica il cyborg!
Se non ci fermiamo qui, ma proseguiamo il discorso in ambito di possibilità di uso del Pc ecco allora che i tablet, stnno ferrando l'attacco al mercato dei computer mobili passando dalla domotica, gradino che già abbiamo iniziato a scalare; ora si tratta solo di dover diffondere i modelli a livello consuming.
In questo senso Apple con Tablet, siamo positivamente sorpresi di vedere la Telecom provarci con il Suo Cube, primo passo verso una 'centralina domotica' da dove i dati verranno smistti ai vri elettodomestici della casa.
Dati provenienti da smartphone, o tablet?
Chi lo sa?
Staremo a vedere...
PS: qui mi suggeriscono di non scordarmi dell'e-book reader Kindle di Amazon, che con pochi accorgimenti potrebbe diventare anche un ottimo tablet...