22 novembre 2013

Italia in vendita: le 8 società pubbliche in vendita

Italia in vendita: le 8 società pubbliche in vendita
L'Italia in vendita

Si ricomincia a vendere le cosiddette industrie di eccellenza italiane, a partire dall'Eni.
Saranno 8 le società pubbliche in vendita , il Governo spera di ricavarci almeno 12 miliardi di euro, metà andranno per ridurre il deficit, metà andranno invece per ridurre il debito pubblico: un'altra toppa in una voragine senza fine, che darà un po' di respiro alla Nostra economia, ma quanto e fino a quando?
Solo in parte queste società andranno in vendita, cioè non si intaccherà la quota di controllo di capitale , fatta eccezione per la Sace.

Quali società pubbliche sono in vendita:


  1. Eni, il gigante del petrolio e del gas partecipato al 30,1% dal Tesoro e da Cdp, la Cassa depositi e prestiti (gestisce il risparmio postale); 
  2. Stm, holding italo-francese partecipata al 50% dal Tesoro, che controlla StmMicroelectronics, leader nella produzione di componenti elettronici a semiconduttori 
  3. Fincantieri, tra i leader mondiali della cantieristica, posseduta al 99,3% da Fintecna (Cdp); 
  4. Cdp Reti, il veicolo di investimento posseduto al 100% dalla Cassa depositi e presiti che ha acquisito l’anno scorso dall’Eni il 30% di Snam (gas); 
  5. Tag, la società partecipata all’89% da Cdp che gestisce in esclusiva il tratto austriaco del gasdotto che trasporta il gas dalla Russia in Italia; 
  6. Grandi stazioni, controllata al 60% dalle Ferrovie dello Stato per la gestione delle principali stazioni italiane; 
  7. Enav, la società per il controllo del traffico aereo al 100% del Tesoro; 
  8. Sace, gruppo per l’ assicurazione dell’export posseduto interamente da Cdp.