15 dicembre 2013

Il Disturbo da Deficit di Attenzione colpirà anche l'Italia e farà felici le case farmaceutiche

Il Disturbo da Deficit di Attenzione colpirà anche l'Italia e farà felici le case farmaceutiche
ADHD Disturbo da Deficit di Attenzione

Il disturbo da deficit di attenzione é una di quelle malattie / non-malattie che stanno riempendo le tasche delle multinazionali del farmaco in America.
Non riesci a fare i compiti come gli altri bambini? Sei distratto?  Fai un test, e se i Tuoi valori non sono nei parametri giusti allora giù coi farmaci.

Ecco è questo che - in estrema sintesi - sta avvenendo in America e su questo proprio oggi é uscito un'enorme editoriale del New York Times intitolato La vendita del disturbo da deficit di attenzione.
Un tempo, un bambino iperattivo veniva instradato in altri campi che non lo studio, ad esempio lo si portava a lavorare con il proprio genitore, in questo modo poteva 'sfogarsi', oppure si cercava di instradarlo in un'attività sportiva particolarmente gratificante, ma come diceva una vecchia canzone e degli anni '60 ora tutti vogliono il figlio dottore, un bambino che studi, sia bravo, faccia i suoi compiti e non crei problemi a scuola.

Et voilà: il disturbo da deficit di attenzione è servito.

La Nostra società non vuole più avere bambini problematici, gli si da la pasticca ed il bambino diventa calmo, tranquillo ed attento.
Anche in Italia, dal 2007 farmaci come il discusso Ritalin , farmaci che per i loro effetti collaterali possono portare molti più problemi che non risolverli.

Il marketing dei farmaci a caccia di pazienti.

Il dottor Conners ha osservato che i recenti dati provenienti dai Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie dimostrano che la diagnosi era stata fatta nel 15 per cento dei bambini in età scolare alto, e che il numero di bambini in cura per il disturbo era salito a 3,5 milioni da 600.000 nel 1990 . Ha messo in discussione i tassi crescenti di diagnosi e li chiamò "un disastro nazionale di proporzioni pericolose."
I numeri fanno sembrare questa un'epidemia. Beh, non lo è.
E 'assurdo, "il Dott. Conners, uno psicologo e professore emerito alla Duke University, ha detto in una successiva intervista. "Questo è un cocktail per giustificare la concessione di farmaco a livelli senza precedenti e ingiustificabili".

L'aumento di diagnosi di A.D.H.D. e delle prescrizioni per gli stimolanti nel corso degli anni, ha coinciso con un notevole successo campagna di due decenni da aziende farmaceutiche per pubblicizzare la sindrome e promuovere le pillole a medici, educatori e genitori. Con il mercato dei bambini in piena espansione, l'industria farmaceutica, sta ora impiegando tecniche di marketing simili in quanto si concentra su adulti con ADHD, che potrebbe diventare ancora più redditizio.

Pochi contestano che l'ADHD classico, stimato storicamente per influenzare il 5 per cento dei bambini, è una disabilità legittima che impedisce il successo a scuola, nel lavoro e nella vita personale. Il farmaco spesso allevia l'impulsività grave e incapacità di concentrarsi, permettendo all'intelligenza di una persona di emergere.

Ma anche alcuni dei sostenitori di lunga data del campo dicono che il zelo di trovare e trattare ogni bambino che ha questa sindrome, ha portato a troppe persone con sintomi scarsi che ricevono la diagnosi e farmaci. La malattia è ora la seconda diagnosi più frequente a lungo termine riscontrata  nei bambini, strettamente vicina all'asma, secondo alcuni dati del New York Times.