8 gennaio 2014

Filled Under:

Via 150 euro al mese dagli stipendi: é solo l'inizio per i lavoratori della PA?

Via 150 euro al mese dagli stipendi: solo l'inizio per i lavoratori della PA?
Ministro Carrozza
Una vicenda che ha dell'incredibile questa della decurtazione dallo stipendio di 150 euro al mese agli insegnanti.
Si tratta di una norma che nel giro di un paio d'anni é stata messa, poi tolta poi rimessa, un comportamento dello Stato indegno in un paese civile, pensate solo a quei lavoratori che magari avevano fatto un debito contato su quei 150 euro: come si ritroveranno oggi?

Ma la paura é che quella che nella Pubblica Amministrazione questo sia un segnale che possa causare problemi anche ad altri lavoratori, ma vediamo quello che sta succedendo in questi giorni:

nel 2013 gli insegnanti hanno avuto degli scatti stipendiali e quindi hanno avuto lo stipendio aumentato.
Ora il Ministro dell'Economia ha deciso che quegli scatti non andavano bene ( decisione che fu presa anche dal Governo Monti, ma rimessa dall'attuale Governo...) e gli insegnanti devono restituire la somma presa con una decurtazione dello stipendio di 150 euro al mese fino ad arrivare alla cifra dovuta.
In realtà c'é una grossa confusione anche all'interno del Governo stesso: il Ministro Carrozza ha fatto sapere pubblicamente di aver scritto al Ministro Saccomanni chiedendo di 'rinunciare'.
Gli altri lavoratori della PA possono stare tranquilli ( per il momento) altre azioni simili non sono in vista, ma una cosa é chiara a tutti: ormai la PA é in gravissima difficoltà finanziaria e farà di tutto per fare tagli.