Catasto: cambiano le rendite delle case degli italiani

E' la riforma che molti italiani aspettano, una riforma che dovrebbe riportare al reale valore immobiliare delle case.

Il valore immobiliare delle case è crollato negli ultimi anni e quindi anche la relativa rendita catastale é cambiata ( nella realtà), rendita che influisce particolarmente nella denuncia dei redditi.

I proprietari di case in Italia sono veramente tanti.
Per anni 'investire nel mattone' é stato uno dei motti della Nostra economia; un investimento sicuro, che nei decenni scorsi ha salvato i risparmi degli italiani che venivano intaccati dall'inflazione galoppante della lira, che aveva come unica nota negativa il fatto che non da' dei risultati reali.


Catasto: cambiano le rendite delle case degli italiani


  • Un'altra novità del nuovo catasto, sarà che oggi le abitazioni sono valutate in vani: spazi che variano da 7 a 23 metri quadrati, ma che sono considerati tutti uguali. Il nuovo catasto, invece, dovrebbe considerare solo le superfici lorde esterne (compresi quindi i muri perimetrali) e quelle secondarie di pertinenza.
  • In aggiunta vanno create microzone all'interno delle città, mentre per il momento un appartamento con vista mare, a parità di vani e condizioni, ha la stessa rendita di uno nell'entroterra.
  • Il lavoro per le Agenzie del Territorio sarà notevole: dovranno ricontrollare oltre 60 milioni di immobili di cui 33 milioni di case !!
Visura Catastale Online
Di seguito: una tabella fatta dal Corriere della Sera qualche tempo fa, in cui si possono vedere le cifre indicative in euro di come cambieranno le rendite catastali ed il valore degli immobili in Italia:
 città  valore medio di mercato
(in euro)
 aumento
imponibile IMU
 aumento
imponibile compravendite
Bari  220.322  13,1% 64,5%
Bologna  326.166  64,8%  139,7%
Catania  174.763  44,5%  110,2%
Firenze  364.171  74,9%  154,5%
Genova  281.088  49,9%  118,1%
Milano  241.438  35,8%  97,5%
Napoli  314.884  138,8%  247%
Palermo  199.981  126,4%  229,3%
Roma  380.767  44,5%  110,2%
Torino  229.914  18,1%  71,7%
Venezia  336.766  107,8%  202,2%

Nella tabella sopra c'è anche la voce "Imponibile IMU" ora che l'IMU non esiste più però questo imponibile si trasferisce alla nuova tassa Tasi, in un modo che tuttora - a Noi - risulta oscuro...