31 marzo 2014

Filled Under:

L'uomo più sfortunato del mondo

Nella storia della terra e dell'uomo - ad oggi - ci sono state solo 2 esplosioni nucleari che hanno coinvolto delle persone: Hiroshima e Nagasaki.

Quante probabilità c'erano in quell'Agosto del 1945 di trovarsi in tutti e due i luoghi delle esplosioni atomiche avvenute a 3 giorni di distanza l'una dall'altra?

Sembra che 165 persone siano state presenti alle 2 esplosioni, ma solo Tsutomu Yamaguchi é stato ufficialmente riconosciuto come l'unica vittima al mondo di due bombardamenti atomici.

Nato a Nagasaki nel 1916, l'uomo più sfigato del mondo, era andato ad Hiroshima per lavoro, quando il 6 agosto 1945, alle 8,16 scoppiò la bomba atomica.

L'uomo più sfortunato del mondo
Tsutomu Yamaguchi: l'uomo più
sfortunato del pianeta
Lui rimase colpito anche gravemente: la sua pelle bruciò, diventò quasi sordo e cieco, ma rimase comunque in vita, visto che si trovava a circa 3 chilometri dall'esplosione.
Quando tornò a casa sua a Nagasaki, 3 giorni dopo parlava con i suoi compagni di lavoro, raccontandogli cosa aveva passato, quando sentì lo stesso rumore di veivoli di 3 giorni prima: si buttò in un fossato e per questo rimase vivo, anche se riportò ulteriori ustioni e ferite.
Tsutomu Yamaguchi non morì, ma soffrì molto per le ferite riportate, girò molti ospedali ma poi riuscì a rimettersi.
Morì a Nagasaki pochi anni fa, nel 2010, non prima di aver girato un documentario sulla sua incredibile vita.
L'uomo dalla testa più grande del mondo