Lo scandalo delle pensioni gonfiate dei sindacalisti

Scoppia lo scandalo delle pensioni dei sindacalisti, che furono state gonfiate grazie al Decreto Legislativo 16 settembre 1996, n. 564 readatto dall'allora Ministro Treu, che fu anche presidente dell'INPS (Margherita, poi PD) e che arrivò, ad un certo punto a gestire il 50% della spesa pubblica italiana [1].

Mentre in Italia il dibattito sulla Riforma Pensioni si fa sempre più acceso [leggi qui: le ultime novità] sta scoppiando lo scandalo delle pensioni gonfiate dei sindacalisti.
Si badi bene: é tutto regolare, in pratica sono pensioni con assegni gonfiati, grazie ad una legge ad hoc, quella che abbiamo citato prima e che hanno permesso a oltre 17.000 sindacalisti di avere pensioni del tutto privilegiate.
Lo scandalo é venuto fuori grazie ad una interrogazione parlamentare di Giulio Cesare Sottanelli, deputato di Scelta Civica, che ha fatto un'interrogazione parlamentare al Ministro del lavoro Padoan per sapere quanti sindacalisti sono andati in pensione con questa legge e quanti soldi hanno preso in più, rispetto agli altri lavoratori.

Il Ministro Padoan, ha fatto sapere che si tratta di 17.319 pensionati, ma la differenza e la spesa dello Stato non é dato saperla.
Lo scandalo delle pensioni gonfiate dei sindacalisti

Ma come funzionavano queste pensioni d'oro per sindacalisti?

La base per il calcolo della pensione integrativa dei rappresentanti sindacali è costituita dall’ultimo mese di stipendio. Bastava quindi che un dipendente venisse mandato a lavorare in distacco in una sede sindacale, e anche solo con un mese di contribuzione aggiuntiva si poteva accedere a un’ulteriore pensione calcolata (con il sistema retributivo) in base all’ultima paga.

17.319 privilegiati con pensioni d'oro:

I trattamenti pensionistici privilegiati della 564 interessano quei sindacalisti andati in pensione tra l’entrata in vigore della norma, nel 1996, e il 31 dicembre 2011, data che segna la fine del sistema retributivo e l’entrata in vigore del contributivo con la riforma Fornero.
E' forse questo il motivo per cui tanti sindacalisti ce l'avevano con la Fornero?