2 novembre 2015

La Russia attaccherà ISIS con armi nucleari in risposta all'attentato aereo

In risposta al presunto abbattimento di un aereo civile russo, Putin è pronto per un attacco nucleare su siti controllati dallo Stato islamico.

Citando il suo diritto di proteggere i suoi cittadini e gli interessi in Russia e all'estero, funzionari dell'intelligence, hanno riferito in forma anonima che la Russia si sta muovendo le sue unità nucleari tattiche più vicina ai suoi confini internazionali e la sua frontiera con altri punti caldi in Russia, come ad esempio la regione del Caucaso settentrionale.

I militari russi sono stati convocati per aiutare evacuare i cittadini russi all'interno di questi punti caldi ed hanno ordinato ai civili non essenziali di lasciare la Siria, l'Iraq, gli Stati del Golfo e le altre nazioni nel mondo arabo.

La Russia attaccherà  ISIS con armi nucleari in risposta all'attentato aereo

Sebbene la Russia abbia fatto sapere di voler usare le sue armi nucleari contro ISIS,  ha anche tenuto un incontro segreto con la NATO, rassicurandoli sul fatto che la Russia non ha nessuna intenzione di usare armi nucleari contro la Georgia o l' Ucraina, citando che attacca uno di loro avrebbe invocare un attacco nucleare della NATO .
Anche la Russia si era consultata con il governo siriano, così come i governi dei loro alleati nella regione, come curdi e altre milizie alleate di un possibile attacco nucleare, avvertendoli di spostare i civili alleati dalle aree che potrebbero essere colpite dalla Russia con armi nucleari. [1]